NOTA! Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente.

Clicca su APPROVO per chiudere questa informativa, oppure approfondisci leggendo la Cookie policy completa.

Approvo

Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 - "Codice in materia di protezione dei dati personali" (di seguito denominato "Codice") è necessario che ti vengano fornite informazioni in merito all'utilizzo dei tuoi "dati personali".

Di seguito è riportata la Privacy policy di teatrocristallo.it . Essa contiene tutte le informazioni che devi conoscere perchè tu possa utilizzare il Sito con serenità ed in piena coscienza dei dati che fornisci o fornirai durante la tua navigazione sul Sito.

In ogni caso è importante informarti sin da subito che non saranno trattati tuoi "dati sensibili".

Titolarità del trattamento ed ambito di applicazione

La presente Privacy policy si applica esclusivamente alla navigazione sul sito teatrocristallo.it (da ora in poi Sito) raggiungibile all'indirizzo internet http://www.teatrocristallo.it e regolarmente registrato da Associazione Cristallo Verein - via Dalmazia Strasse 30 - Bolzano 39100 - IT

Titolare del trattamento dei dati raccolti è Associazione Cristallo Verein nella persona del suo Legale Rapprensentante, le cui generalità sono state in precedenza riportate.

Fonti dei dati personali

Gli applicativi dedicati al funzionamento di questo Sito potrebbero rilevare, nel corso del loro normale funzionamento, alcuni tuoi dati (la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet), comunque non associati a te direttamente.

Tra i dati raccolti possono essere compresi anche, a titolo esemplificativo e non esaustivo, l'indirizzo IP, i nomi di dominio e il tipo di browser dei computer utilizzati per connettersi al Sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri riguardanti il sistema operativo e l'ambiente informatico che utilizzi.

Questi dati non consentono, in ogni caso, di giungere alla tua identità e sono da considerarsi, quindi, anonimi.

Particolari fonti dei dati personali sono indicate nelle specifiche Privacy policy predisposte per particolari servizi offerti dal Sito o software da esso utilizzati per il proprio corretto funzionamento e di seguito riportate.

Finalità del trattamento

I dati che ti riguardano saranno trasformati in dati anonimi ed elaborati in forma aggregata per scopi statistici e per assicurare continuità di servizio e per il miglioramento del Sito medesimo.

Se non sei in accordo con tale prassi sei pregato di non navigare il Sito nè tantomeno di fruire dei servizi da esso offerti.

L'IP potrebbe, in alcuni casi, essere utilizzato al fine esclusivo di bloccare tentativi di danneggiamento al Sito medesimo, nonchè attivitè costituenti reato ai sensi delle leggi vigenti.

Particolari finalità del trattamento sono esposte nelle specifiche Privacy policy predisposte per particolari servizi offerti dal Sito o software da esso utilizzati per il proprio corretto funzionamento e di seguito riportate.

Modalità del trattamento dei dati

I dati da te forniti e dal Sito raccolti sono trattati soltanto per il tempo strettamente necessario.

Essi sono trattati in forma elettronica ed aggregati per i fini sopra esposti.

Modalità particolari di trattamento sono esposte nelle specifiche Privacy policy predisposte per particolari servizi offerti dal Sito o software da esso utilizzati per il proprio corretto funzionamento e di seguito riportate.

Facoltatività

Ai fini della navigazione del sito non è richiesta la comunicazione di dati personali se non quelli anonimi e strettamente necessari per le finalità sopra indicate.

Tuttavia esistono sezioni del sito che richiedono la creazione di un profilo di autorizzazione e la previa autenticazione informatica per essere navigate. La creazione del profilo comporta la comunicazione al Sito di dati personali ulteriori rispetto a quelli anonimi richiesti per la semplice navigazione.

Tali dati vengono utilizzati al solo fine di erogare i servizi eventualmente richiesti e trattati secondo le specifiche Privacy policy all'uopo predisposte e di seguito riportate.

Soggetti o categorie di soggetti che possono accedere ai dati o venirne a conoscenza (d)

L'accesso diretto ai tuoi dati è consentito esclusivamente al Titolare del trattamento su indicato.

Fornitrice del servizio di hosting è Studio Creating società cooperativa - Via G. Galilei 2/E - Bolzano 39100 - IT, può avere potenzialmente accesso ai dati esclusivamente per ragioni tecniche di necessità ed urgenza che richiedano un intervento al fine di non pregiudicare le funzionalità e la sicurezza del Sito.

Altri servizi sono o possono essere offerti da altre aziende. Informazioni in tal senso sono presenti nelle Privacy policy redatte per ogni singolo servizio e di seguito riportate.

Diritti dell'Interessato (articolo 7)

Infine è importante che tu sappia che il Codice riconosce agli Interessati la possibilità di esercitare specifici diritti, in base a quanto indicato all'art. 7 del Codice integralmente riprodotto di seguito.

Articolo 7 del "Codice"

L'Interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:

- delle finalità e modalità del trattamento; della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

- degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5, comma 2;

- dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

L'interessato ha diritto di ottenere:

- l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non à necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

- l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a. e b. sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

- per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;

- al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Cookies

Parte di questo sito utilizza i cookie, che sono file di testo che vengono depositati sul tuo computer dal Sito per consentirgli di analizzare come gli utenti lo utilizzano per scambiare informazioni tra il server e l'utente.

Nessun dato importante viene scambiato tramite cookie. Essi consentono l'automazione di alcune operazioni risparmiandoti procedure complesse e sono talvolta essenziali per il corretto funzionamento del Sito.

All'interno dei cookie creati da teatrocristallo.it e dai servizi di cui si avvale non vengono memorizzati tuoi dati personali che consentano di risalire e/o conoscere in modo diretto la tua identità  e non rappresentano un rischio per la tua privacy o per l'integrità dei sistemi informatici che utilizzi per accedere alla rete di comunicazione Internet ovvero al Sito.

Nel caso non fossi daccordo su tale prassi puoi disabilitare l'uso dei cookie dal tuo browser ma questo potrebbe causare difficoltà alla navigazione del Sito.

I dati eventualmente raccolti o conservati dai cookie, con le modalità sopra precisate, non vengono trasmessi a terzi, salvo quando ciò sia necessario per il corretto funzionamento dei servizi forniti dal Sito e ad esso erogati dai soggetti terzi medesimi.

Specifiche informative riguardo l'uso dei cookie sono presenti nelle Privacy policy redatte per specifici servizi offerti dal Sito e sono di seguito riportate.

Integrazioni alla presente Privacy policy

In relazione a specifici servizi offerti al Sito e/o da esso a te offerti sono state predisposte specifiche Privacy policy che costituiscono parte integrante della presente Privacy policy generica.

Di seguito i link alle Privacy policy dei servizi specifici:

ENTI FINANZIATORI

SOSTENITORI


SPONSOR





PARTNERSHIP

ute lemper low
La bravissima Ute Lemper sarà protagonista del secondo appuntamento della rassegna “In Scena” del Teatro Cristallo in collaborazione con il Teatro Stabile di Bolzano. Domenica prossima, 19 novembre alle ore 21 si esibirà in un toccante spettacolo, “Songs for eternity”, un omaggio alla musica dei compositori di origine ebrea uccisi nei campi di concentramento nazisti.

“Songs for eternity”, lo spettacolo di Ute Lemper in scena domenica al Teatro Cristallo di Bolzano è dedicato ai bambini ebrei, alle donne e agli uomini che sono stati perseguitati, private della loro umanità e dignità, denunciati, umiliati, torturati, picchiati e uccisi dai Nazisti tedeschi.

Racconta l'artista: “Sono stata invitata il 27 gennaio 2015, il giorno della liberazione di Auschwitz ben 70 anni fa, a cantare canzoni dei Ghetti e dei Campi di concentramento. Per questa commemorazione della Shoa a Roma sono stata contattata da Francesco Lotoro che ha dedicato la sua vita alla ricerca di canzoni e musiche scritte nei campi di concentramento. C’è un ampio repertorio e c’è bisogno che venga ricordato per l’eternità. Come tedesca, nata dopo la Guerra, sposata ad un uomo ebreo qui a New York da 20 anni, sono da sempre legata alla storia, terribile, dell’Olocausto. È mia responsabilità e dovere etico onorare la cultura del popolo ebreo e stimolare il dialogo su questo orribile passato. Questa è una missione che ho iniziato già nel 1987, quando fui protagonista del grande progetto discografico di DECCA “Entartete Music” che presentava compositori di origine ebrea e la loro musica, bandita dai nazisti. Con “Songs for eternity” questa missione continua, diventando per me sempre più emozionante. La mia ricerca è continuata e sono stata catturata da queste canzoni e dalle storie che si celano dietro a ognuna di esse. Ho studiato così un libro unico nel suo genere, una raccolta di canzoni di Vevel Pasternak del 1948, che raccoglie canzone dei Ghetti e dei campi di concentramento così come il canzoniere di Ilse Weber, pubblicato in Israele negli anni 90, dal marito sopravvissuto ad Auschwitz. Entrambe le raccolte mi sono state donate dal mio amico Orly Beigel che è per metà messicano, metà israeliano ed è figlio di un sopravvissuto all’Olocausto”.
Dopo la liberazione dei campi di concentramento, infatti i sopravvissuti si sono trovati ad affrontare un’altra insopportabile realtà. Sapendo che quasi tutti i loro familiari, amici erano morti, le loro case andate, non c’era nessun luogo in cui tornare e la loro vita era distrutta e gridava vendetta per quanto avevano dovuto sopportare e vedere nei campi. Ma il mondo fuori continuava ad andare avanti come se durante la guerra 50 milioni di persone non fossero state uccise, come se l’industria dello sterminio non avesse assassinato 6 milioni di ebrei, e tra loro 2 milioni di bambini. I prigionieri che speravano di svegliare il mondo con i racconti di quanto era successo, dell’orrore indicibile e delle crudeltà subite, ancora una volta si sentirono traditi da un mondo che non voleva saperne, non voleva ascoltare né capire. E sono rimasti silenti, con la loro paura e il loro senso di colpa, coi corpi e le anime traumatizzate. (Dr. Leo Eitinger). Charlotte Delbo disse: “Le persone pensano che col tempo i ricordi svaniscono… che il tempo è più forte del dolore… ma il tempo per me non passa. Quegli occhi, quegli enormi, spaventati, sofferenti, rassegnati, stanchi occhi nei visi emaciati che riflettono gli orrori… Io non sono viva… Sono morta ad Auschwitz e nessuno lo vede.”
Oltre a salvare documenti appartenuti agli Ebrei durante l’occupazione nazista, Smerke Kaczerginsky ha salvato diverse canzoni dei campi di concentramento e dei ghetti. Scrisse quelle che ricordava o raccolse da altri. Nel 1948 le canzoni vennero edite a New York. Il libro era scritto interamente in Yiddish.
Kaczerginsky disse nel 1948: “è impossibile parlare con normali parole in un linguaggio civile dell’occupazione tedesca con il suo sistema di morte (ghetti, campi di concentramento e di sterminio). Tutti gli scritti, i documenti, non possono ritrarne l’orrore. Quelli che non c’erano non possono capire l’incubo che milioni di persone hanno vissuto. Ora, quando guardo indietro, penso spesso: Che cosa ci è successo? Come abbiamo potuto vivere e morire così? Anche per i sopravvissuti col tempo questo diventerà un insopportabile e irrisolvibile puzzle. Troppo pochi documenti sono stati nascosti per dare anche solo un’idea parziale di quanto accaduto e della terribile vita quotidiana degli Ebrei. Per questo penso che le canzoni, che gli Ebrei dei ghetti e dei campi cantavano coi loro cuori tristi, possano fare la differenza per la memoria e la storia. Canzoni che cantavano al lavoro, quando stavano in fila per una scodella di zuppa, quando combattevano e quando erano portati al macello. Solo ora sappiamo quanto grande fosse la loro creatività in questi tempi terribili.”

Il campo di Terezin, o Theresienstadt, fu organizzato verso la fine del 1941 e nel giro di 4 anni, 140.000 ebrei passarono da questo campo. Solo 20.000 sopravvissero. Alcuni morirono, molti furono deportati ad Auschwitz Birkenau, dove morirono nelle camere a gas. Gestito dagli stessi ebrei, Theresienstadt ospitò la maggior parte dell’élite culturale del tempo. Musicisti, compositori, scrittori, pittori erano autorizzati dai nazisti ad organizzare le loro attività…La frequenza e la qualità degli eventi culturali era sorprendente. I nazisti però videro nelle attività di questo campo una potenziale propaganda e imposero una piccola censura. Ma le voci degli Ebrei non tacquero. Ci sono canzoni anche davanti alla morte e alla più nera disperazione. Il concerto di domenica prossima al Teatro Cristallo racconterà tutto questo.

Ancora pochi i biglietti a disposizione per assistere al concerto. Il prezzo del biglietto è di 15 euro (prezzo intero), 12 euro (ridotto con Cristallo Card), 10 euro (Cristallo Card young). È possibile acquistare i biglietti per questo spettacolo e gli altri della rassegna In Scena dal martedì al venerdì dalle 17.00 alle 19.00 – e il giovedì anche dalle 10 alle 12 - alla cassa del Cristallo. I biglietti si possono acquistare anche online all'indirizzo www.teatrocristallo.it/biglietti.

Per maggiori informazioni sullo spettacolo o per prenotare i posti si può telefonare al Teatro Cristallo, tel. 0471 067822 o mandare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Bolzano, 10 novembre 2017
Francesca Lazzaro

EVENTI

Novembre 2017
L M M G V S D
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30

INFO TICKET

Orari di cassa:
mar-ven 17.00-19.00
gio 10.00-12.00
e un'ora prima di ogni spettacolo Ticket on-line

I NOSTRI TESTIMONIAL

andolfo1

Claudio Andolfo

cababoz1

Cababoz

esquivel1

Adolfo Pérez Esquivel 

fontana1

Pio Fontana

franchini1

Simone Franchini e Eurac Cafe

Licia Nicoli1

Licia Nicoli e L'Altrocatering

maffei1

Andrea Maffei

Marta sui tubi1

Giovanni Gulino - Marta Sui Tubi 

Massardi1

Diego Massardi e AVIS Bolzano

Matteo Gregori1

Matteo Gregori Foto Veronese

Neri Marcorè1

Neri Marcorè sostiene la cultura!

new project1

New Project Orchestra e Fabrizio Bosso

Red Canzian1

Red Canzian

tommasini1

Christian Tommasini

Valeria Trevisan1

Valeria Trevisan

zanardo1

Francesco Zanardo

zeni1

 Fiorenzo Zeni

Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2015 JoomlaWorks Ltd.

MEDIA PARTNER

ENTI ORGANIZZATORI